Come scegliere il giusto fondotinta

Il fondotinta è un cosmetico fondamentale molto amato dalle donne in quanto consente di coprire le imperfezioni del viso e rendere l’incarnato più omogeneo e luminoso, ottenendo un make-up finale impeccabile, valorizzando al meglio i lineamenti del viso e quindi la propria bellezza. Scegliere quello più appropriato non è così semplice perché ciascun fondotinta è differente e possiede delle proprie caratteristiche. Tuttavia, per non andare in confusione è importante innanzitutto valutare texture, formula e colore più adeguati. 

come scegliere fondotinta
Clicca qui per scoprire come scegliere il giusto fondotinta

Bisogna capire il sottotono della propria pelle e testare un velo di prodotto sulla zona tra mento e collo per intuire se si ha una tonalità calda o fredda dell’incarnato. Infine, la scelta dipende anche dal tipo di pelle e dal proprio gusto, cioè dall’effetto che si desidera ricevere.  

Sottotono: cosa significa e quali sono le caratteristiche

Con il termine ‘’sottotono’’ ci si riferisce alla temperatura della pelle. Infatti, per definirlo si utilizzano termini quali caldo e freddo

Un sottotono può essere:

  • Caldo: prevalenza di pigmenti tendenti al dorato. Si consiglia un fondotinta che va sul giallo/arancione; 
  • Freddo: prevalenza di pigmenti tendenti al rosa. Per questo motivo, si consiglia un fondotinta rosato;
  • Olivastro: prevalenza di pigmenti tendenti a toni caldi.   
  • Neutro: i toni sono equilibrati e non vi è uno che prevale sull’altro, pertanto si consiglia un fondotinta beige. 
scegliere il fondotinta migliore per la pelle
Come scegliere il fondotinta in base al sottotono della pelle

Un piccolo dettaglio che può esserti d’aiuto è il colore delle vene. Solitamente chi ha le vene blu ha un sottotono freddo, violacee indica un sottotono neutro e verdi un sottotono caldo.  

È importante ricercare anche la palette dei colori che riescono a mettere in evidenza le nostre caratteristiche naturali e i nostri tratti migliori e per aiutarci in questo subentra l’Armocromia, disciplina chesi basasulla ricerca della palette di colori e si suddivide in 4 stagioni: primavera, estate, autunno, inverno.  

È opportuno comprendere il sottotono della propria pelle per evitare di acquistare prodotti che non combaciano bene con il tuo incarnato e tendono a ridurre la luminosità del volto. 

Se vuoi approfondire questo argomento inizia dal test che abbiamo preparato per te e scopri a quale stagione appartieni!

Tipologie di fondotinta

Esistono diverse tipologie di fondotinta che vengono selezionate in base all’effetto che si desidera ottenere e soprattutto ai bisogni della nostra pelle che cambiano nei vari periodi dell’anno. Occorre sempre leggere l’etichetta in cui sono indicati gli ingredienti e le caratteristiche principali, in modo da considerare i possibili benefici che apporta alla pelle e al viso. 

fondotinta effetto nude
Fondotinta Make Artist

I formati principalmente utilizzati sono:

  • Fondotinta liquido: per pelle secca;
  • Fondotinta in crema: per pelle secca; 
  • Fondotinta in polvere: per pelle mista o grassa;

Ciascuno di essi presenta delle microcategorie come ad esempio stick, minerale, in mousse, compatto, mat.

Scopriamo insieme i criteri giusti che consentono di stabilire quale fondotinta scegliere e acquistare.

Come scegliere il fondotinta: finish, texture e formula 

La scelta del fondotinta non dipende soltanto dal sottotono ma anche dal tipo di pelle: normale, secca, grassa, mista e matura. La formula, gli ingredienti e i benefici sono diversi, per questo non tutti potranno soddisfare le tue esigenze; un primo step è quello di osservare due componenti importanti quali finish e texture.

fondotinta giusto
Scegliere il giusto fondotinta cambierà il risultato finale del tuo Make Up

Il finish stabilisce la luminosità o l’opacità del prodotto quando viene applicato sulla pelle e può fornire un livello di luminosità diversa. La texture fa riferimento alla consistenza del prodotto quindi principalmente liquido (molto luminoso),in crema (denso ed elevata coprenza) ein polvere (opaco e poco naturale). Un altro fattore da tenere in considerazione è la formula: idratante per pelli secche e opacizzante per pelli grasse.

Finish e texture e formula vanno adattati in base al tipo di pelle. 

Vediamo brevemente ciascuna di esse!

Pelle secca 

La pelle secca necessita di continua idratazione soprattutto in inverno, stagione in cui sono più frequenti ed evidenti le screpolature sul viso. Per questo motivo, si consiglia di utilizzare innanzitutto un fondotinta liquido o in crema dal finish luminoso e leggere attentamente gli ingredienti per verificare che ci sia la presenza diglicerina, vitamine oppure oli. 

Pelle matura

L’avanzamento di età e quindi un tipo di pelle matura, tende a perdere gradualmente tonicità ed elasticità ma anche ad essere più secca in quanto le ghiandole sebacee lavorano lentamente e di conseguenza donano minore idratazione alla pelle.

Pelle mista

La pelle mista è chiamata così in quanto presenta delle zone secche e altre più grasse, manifestando quindi delle caratteristiche tipiche di entrambe le pelli. 

Pelle grassa

La pelle grassa si notain quantoappare oleosa e lucida, a volte anche priva di idratazione ed è caratterizzata prevalentemente dalla dilatazione dei pori.

In generale, è sempre consigliato utilizzare un prodotto in grado di donare un effetto finale naturale al proprio viso. Il fondotinta maggiormente funzionale è quello idratante dal finish luminoso e dalla consistenza liquida o cremosa in quanto consente di mantenere la pelle idratata più a lungo, mascherando rughe, discromie ed imperfezioni della pelle. 

Una delle azioni principali tipiche di un fondotinta idratante è quella di garantire una coprenza ottimale senza appesantire il viso grazie alla sua formulazione ricca di pigmenti. Il risultato finale dopo l’applicazione è una pelle liscia, setosa e nutrita senza linee o imperfezioni. In aggiunta, il flacone ti consentirà di dosare bene la quantità di prodotto evitando inutili sprechi e potrai scegliere di applicarlo con un apposito pennello, una spugnetta o la punta delle dita eseguendo dei movimenti distensivi tipici della stesura di una crema idratante. 

Quale colore è più adatto a te?

La tipologia di colore è un altro criterio da tenere presente quando si decide di selezionare il fondotinta più appropriato, la cui azione è quella di uniformare e non quella di cambiare la colorazione del viso. Esistono 4 tonalità prevalenti: rosa, beige, caramello e cioccolato. 

Il fondotinta color rosa è indicato per chi possiede un incarnato rosato o chiaro.  

fondotinta rosa
Fondotinta Nude Rosa

Il fondotinta color beige è perfetto per pelli con sottotono neutro. 

fondotinta beige
Fondotinta Nude Beige

Il fondotinta liquido dal colore caramello è ideale per pelli dalle tonalità calde e olivastre!

fondotinta caramello
Fondotinta Nude Caramello

Il fondotinta colore cioccolato dona un colorito luminoso all’incarnato ed è adatto per pelli dai toni più scuri.  

fondotinta cioccolato
Fondotinta Nude Cioccolato

Una corretta idratazione della pelle e l’utilizzo di un fondotinta che uniformi il viso sono step necessari per realizzare un trucco dal finish ottimale sempre tenendo conto delle esigenze della propria pelle.

È importante occuparsi della base, in quanto una colorazione uniforme e liscia dell’incarnato è in grado di donare luminosità e risaltare maggiormente lo sguardo e le labbra, creando anche dei giochi di luce con la famosa tecnica del ‘’contouring”.

Ricorda di verificare texture, formula e colore quando desideri scegliere il fondotinta giusto per te!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Digita il testo e premi il tasto invio per effettuare una ricerca