Filo arabo: cos’è e quali sono i pro ed i contro

Il filo arabo è una tecnica di depilazione che ha origini indiane e successivamente è stata adottata da tutto il mondo orientale per rimuovere i peli superflui velocemente ed in maniera radicale nelle grandi occasioni. Ad oggi, anche grazie all’utilizzo costante che ne fanno alcune VIP come Madonna, è sbarcata nel mondo occidentale incuriosendo molte clienti.

Come si effettua la depilazione con il filo arabo

La tecnica di depilazione con filo arabo, nota anche con il nome di threading si esegue grazie all’utilizzo di un semplice filo, che può essere di seta o di cotone, con cui si andranno a sostituire rasoi, pinzette, creme depilatorie e cerette.

Depilazione con filo arabo
Filo arabo Gamax

Il filo orientale si utilizza principalmente per rimuovere i peli del viso come sopracciglia e baffetti. Durante la rimozione, il pelo viene strappato dalla radice lasciando la pelle liscia e morbida senza irritazioni, per questo è particolarmente adatto per chi ha una pelle molto delicata

Per eseguire questo trattamento bisognerà torcere tra le dita il filo formando una sorta di spirale. Le estremità del filo verranno poi tenute o con le dita o con le bocca in modo da tenerlo ben teso. Si farà poi passare con un movimento rapido la parte centrale del filo sulla zona da depilare. Grazie a questo gesto il pelo verrà strappato dalla radice e quindi indebolito. Per vedere i reali vantaggi del filo arabo e per ridurre quindi notevolmente la crescita di peli indesiderati, bisognerà ripetere questo trattamento una volta ogni 15 giorni per circa due anni.

Quali sono i pro della depilazione con filo arabo?

  1. Non irrita la pelle. Come abbiamo già detto più volte, questa tecnica di depilazione è particolarmente ideale per le pelli sensibili perché, al contrario ad esempio della ceretta, non tocca la pelle ma va ad agire direttamente sul pelo. Addio a rossori, peli incarniti ed irritazioni di qualunque genere.
  2. Non lacera la pelle. Grazie al filo arabo non c’è il rischio di tagliarsi come avviene magari con i rasoi.
  3. È una tecnica molto precisa. A differenza di tutti gli altri metodi di epilazione il filo va ad agire con precisione chirurgica sulle zone in cui si effettua il trattamento. È per questo motivo particolarmente indicato per le zone più piccole come il baffetto o le sopracciglia.
  4. È consentita l’esposizione immediata al sole. Essendo una tecnica di depilazione delicata che non irrita la pelle, non ci sono problemi con l’esposizione al sole successivamente alla realizzazione del trattamento.
  5. Il pelo viene gradualmente indebolito. Andando ad agire sulla radice del pelo, il filo arabo rende più lenta la ricrescita e a lungo andare indebolisce del tutto la radice.
  6. Stimola la microcircolazione ed elimina anche la peluria che con la pinzetta non viene trattata.
Filo arabo sopracciglia
Tutti i pro della depilazione con filo arabo

Quali sono i contro?

Il filo arabo ha controindicazioni? Se proprio bisogna essere fiscali possiamo trovare alcune note dolenti di questa tecnica di depilazione:

  1. È difficile eseguirlo da sole. In questo tipo di depilazione giocano un ruolo fondamentale la manualità e la precisone. Per questo in un primo momento potrebbe risultare difficile eseguirla da sole.
  2. Bisogna essere costanti per vedere i risultati. La depilazione con filo arabo va senza ombra di dubbio ad indebolire il pelo ma per assicurarsi di vedere i risultati a lungo termine bisognerà eseguire questo trattamento con frequenza per qualche anno.
  3. Non è adatto alle zone ampie. Non si possono infatti depilare le gambe o le braccia con questa tecnica in quanto il procedimento risulterebbe troppo lungo.

Ora che sai tutti i pro e i contro del filo non ti resta che andare dalla tua estetista di fiducia e richiedere questo trattamento. Prova soprattutto il filo arabo sopracciglia per cominciare. Ti assicuriamo che ne resterai soddisfatta.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Digita il testo e premi il tasto invio per effettuare una ricerca