Punte per fresa: cosa c’è da sapere e quali scegliere

Quando si tratta di scegliere uno strumento professionale è bene conoscerne tutti i dettagli per non incappare in spiacevoli sorprese causate da materiali scadenti e poco durevoli che potrebbero persino avere conseguenze dannose su di voi o sulle vostre clienti. Ci è sembrato quindi doveroso far luce su uno degli strumenti fondamentali nel campo dell’Onicotecnica: la fresa professionale per unghie.

Una buona fresa per unghie non è uno strumento facile da acquistare e orientarsi sulla scelta delle punte lo è ancor meno. Vediamo allora quali sono le considerazioni preliminari necessarie per procedere con l’acquisto e l’utilizzo delle punte per fresa.

Cos’è, a cosa serve e perché acquistarla

Coloro che hanno già approcciato al mondo dell’Onicotecnica sapranno certamente che stiamo parlando di uno strumento essenziale per la cura e il trattamento delle unghie. La fresa è infatti un dispositivo che ha diverse utilità: serve per la rimozione di cuticole, duroni e calli; per trattamenti come la ricostruzione delle unghie in gel o acrygel; per la manicure e la pedicure.

Ovviamente a seconda dello scopo, delle caratteristiche dell’unghia e dei risultati desiderati, cambierà la tipologia di punta necessaria.

Dry Manicure
Manicure

Materiali forme e abrasività

Le punte per fresa possono variare in base a materiale, forma e abrasività. Ciascuna caratteristica è fondamentale per poter eseguire al meglio il trattamento scelto.

I materiali con cui vengono realizzate le frese possono essere: ceramica, carburo di tungsteno, diamante, silicone, quarzo rosa oppure possono essere realizzate con delle setole artificiali o in rame, utili per la pulizia della fresa. Oltre alle punte bisogna considerare che variano anche i materiali dei mandrini, i quali si possono realizzare in acciaio o silicone e possono essere monouso o multiuso.

Le forme variano anch’esse in base allo scopo di utilizzo e possono essere a forma sferica, conica o allungata.

Il grado di abrasività della punta solitamente è indicato da un filamento colorato che circonda la base della punta che può essere a grana fina media e grossa. In base all’abrasività della grana, la punta risulterà più o meno aggressiva.

A ciascun trattamento la sua punta

Come abbiamo visto finora ci sono tantissime variabili nella scelta della punta per fresa. Ma quali sono i trattamenti indicati per ciascuna tipologia?

Possiamo dividere in due grandi categorie gli utilizzi della fresa: la rimozione delle cuticole e il trattamento di ricostruzione unghie con semipermanente, gel o acrygel. Sarà poi utile differenziare a seconda se si tratta di manicure o pedicure, nonostante molte punte siano adatte a entrambi i trattamenti.

Smalto unghie piedi
Dry pedicure

Rimozione e trattamento delle cuticole

La rimozione delle cuticole è una pratica molto comune, tuttavia ci teniamo a sottolineare che non bisogna mai eccedere né esagerare. Andare troppo in profondità, soprattutto se si è poco esperti, potrebbe causare un danneggiamento sia della cuticola, sia del corpo ungueale. A ogni modo, per le clienti più esigenti consigliamo la dry manicure.

La punta in ceramica media, ad esempio, è perfetta per trattamenti professionali di dry manicure e dry pedicure (a secco). La punta tonda garantisce ottimi risultati nella rimozione e rifinizione del giro cuticola ma anche nella levigazione delle unghie e nella pulizia dei valli laterali. Generalmente consigliamo la punta in ceramica per chi è alle prime armi con l’utilizzo della fresa.

punta fresa ceramica
Fresa micromotore in ceramica tonda grana media

Anche la punta diamantata è adatta per la rimozione delle cuticole attorno all’unghia naturale e la punta conica a goccia è ideale per lavorare i valli laterali dell’unghia e per rimuovere le callosità che si formano attorno. È utile per la preparazione dell’unghia prima dell’applicazione del semipermanente o per eseguire trattamenti di ricostruzione in gel o acrygel ma anche per realizzare lavori di rifinitura.

punte di fresa in diamante
Fresa micromotore in diamante conica grana media

Manicure con gel, acrygel e semipermanente

Ricostruzione unghie in gel
Manicure realizzata con Gel

Per i trattamenti di Onicotecnica quali la ricostruzione unghie in gel o acrygel o l’applicazione di smalti semipermanenti l’utilizzo della fresa è particolarmente utile se si vogliono realizzare lavori rifiniti in modo perfetto. Un prodotto come la punta in carburo conica superfine è adatto per rifinire delicatamente il giro cuticole e levigare la superficie ungueale. La punta superfine e delicata la rende ideale per la rimozione dello smalto semipermanente e per il trattamento dell’ipercheratosi.

Punta di fresa carburo
Fresa micromotore in carburo conica grana superfine

La punta in carburo di tungsteno cilindrica piatta a grana grossa, conosciuta anche come Punta Barrel, è invece ideale per trattamenti di ricostruzione unghie in gel o acrilico, e per la rimozione, il ritocco e il modellamento della struttura.

punta di fresa grana grossa
Fresa micromotore in carburo cilindrica piatta grana grossa

Non tutti sanno, inoltre, che esistono punte per mancini pensate proprio per agevolare il lavoro di tutti. La fresa per mancini in carburo conica a grana supergrossa è ideale per la rimozione dell’acrilico o del gel e permette di realizzare il trattamento in maniera facile senza danneggiare il corpo ungueale.

Manutenzione della fresa

È bene specificare che la manutenzione delle punte per fresa non è un elemento da sottovalutare, né in caso di utilizzo domestico e tantomeno in casi di uso professionale. Esiste una procedura in grado di sterilizzare al 100% gli strumenti utilizzati durante il trattamento che coinvolge l’uso di solventi e il lavaggio in autoclave. La maggioranza delle punte è costruita con materiali pensati appositamente per essere sottoposti a questo tipo di manutenzione ma è comunque consigliato accertarsi che il prodotto che si vuole acquistare sia adatto al lavaggio in autoclave, soprattutto lo strumento è destinato all’uso professionale.

Consigliamo l’utilizzo delle buste autosigillanti per effettuare la sterilizzazione in autoclave; e l’utilizzo di appositi contenitori per conservare le punte.

Inoltre, prima di procedere con la sterilizzazione si possono rimuovere in modo efficace i residui di limatura, soprattutto dalle insenature delle punte di fresa incrociate. A tale scopo si può utilizzare una fresa speciale: Spazzola Metallica per Micromotore.

Micromotore

Per la scelta del micromotore consigliamo di affidarsi sempre a un prodotto di qualità per evitare che questo si surriscaldi durante il trattamento o che sia poco duraturo nel tempo. Sullo shop Gamax troverai il Micromotore unghie Marathon Champion IV e il Micromotore unghie Marathon Champion III.

micromotore fresa unghie
Micromotore unghie Marathon Champion IV
ProdottoMaterialeUso
Fresa micromotore grana mediaSiliconeTrattamento di cuticole,
valli laterali e callosità
Fresa micromotore cilindrica grana mediaDiamanteTrattamento di cuticole,
valli laterali e callosità
Fresa micromotore tonda grana mediaCeramicaTrattamento di cuticole,
valli laterali e callosità
Punte di fresa per il trattamento delle cuticole
ProdottoMaterialeUso
Fresa micromotore vulcano grana mediaCarburo di TungstenoRicostruzione e trattamenti:
semipermanente, gel, acrygel
Fresa micromotore conica grana grossaCeramicaRicostruzione e trattamenti:
semipermanente, gel, acrygel
Fresa micromotore conica a croce grana finaCarburo di TungstenoRicostruzione e trattamenti:
semipermanente, gel, acrygel
Punte di fresa per il trattamento di Ricostruzione unghie

Per qualsiasi dubbio sulla scelta di acquisto dei prodotti Gamax puoi contattare la nostra assistenza che metterà a tua disposizione un tecnico specializzato in grado di consigliarti in base alle tue esigenze. Chiedi a noi per avere una consulenza gratuita. Contatta la nostra assistenza cliccando qui!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Digita il testo e premi il tasto invio per effettuare una ricerca