Il semipermanente rovina le unghie?

Lo smalto semipermanente è tra i prodotti più amati dai Nail Artist perché, tra i molti vantaggi che offre, ha una durata maggiore rispetto allo smalto classico, necessita di poca cura tra un’applicazione e l’altra e permette di essere creativi nella scelta di colori e fantasie, ma rovina davvero le unghie?.

french nero
Nail Art realizzata con Smalto Semipermanente da Francesca Daidone

Si parla molto degli effetti potenzialmente dannosi di questo prodotto per la salute delle unghie, vediamo allora alcuni aspetti che vale la pena approfondire.

Anzitutto è necessario utilizzare prodotti professionali e di buona qualità in tutte le fasi, dall’applicazione alla rimozione. Inoltre, affidandoti a professionisti del settore eviterai inutili complicazioni.

Cerca di non utilizzare prodotti che contengono sostanze nocive come la formaldeide che, soprattutto se utilizzata in modo massiccio, può risultare tossica e corrosiva per le unghie. In Gamax non utilizziamo nickel e formaldeide tra gli ingredienti dei nostri prodotti e per qualsiasi informazione sulla loro composizione ti invitiamo a richiedere la scheda tecnica alla nostra assistenza clienti.

Per evitare che lo smalto semipermanente rovini le tue unghie, non eseguire il trattamento più di una volta al mese. La ripetizione frequente potrebbe causare uno stress eccessivo per le unghie.

Se preferisci cambiare spesso colore è meglio utilizzare uno smalto classico.

Applicazione e prevenzione

Una corretta applicazione faciliterà una rimozione sicura dello smalto semipermanente e aiuterà a preservare le unghie da possibili assottigliamenti delle unghie. In Gamax consigliamo sempre l’utilizzo di una base prima di procedere con l’applicazione dello smalto semipermanente.

Scegli uno smalto semipermanente che sia di ottima qualità e che si adatti perfettamente ai tuoi gusti.

base smalto semipermanente
Applicazione della base per Semipermanente

La scelta della lampada è altrettanto importante, ma quale scegliere tra Uv e Led? Se vuoi conoscere le principali differenze puoi leggere questo articolo che spiega come funzionano le lampade unghie e quale scegliere.

Per una rimozione sicura

Passiamo ora alla fase di rimozione che costituisce il momento più delicato del processo. Ci sono diversi metodi possibili per rimuovere il semipermanente, tra questi segnaliamo il Fast Remover e l’utilizzo della Fresa per scoprire tutto ciò che c’è da sapere su questo passaggio fondamentale ti consigliamo di cliccare qui, dove troverai un approfondimento apposito.

Rimozione con remover

Il primo metodo prevede l’impiego di un solvente che agisce direttamente a contatto con l’unghia. Dopo un’attesa di circa 5/10 minuti, il solvente permette una rimozione facile dello smalto. Bisogna fare attenzione però a utilizzare un solvente di buona qualità come il nostro Fast Remover per non causare un assottigliamento eccessivo delle unghie. Noi consigliamo di applicare preventivamente una base per poter procedere con la rimozione Fast Remover.

rimozione semipermanente
Fast Remover e Fast Delight Wrap

Rimozione con fresa

Il metodo che prevede l’utilizzo della fresa consiste nella rimozione meccanica dello smalto. È il metodo più rischioso per le unghie e si consiglia solo a chi sa utilizzare in modo professionale questo strumento. È fondamentale infatti conoscere le tecniche di utilizzo della fresa professionale per non assottigliare eccessivamente le unghie. È necessario inoltre conoscere le caratteristiche della fresa per capire come scegliere la punta di fresa migliore in base alla loro abrasività. Ti consigliamo l’utilizzo della fresa conica a grana fina.

punte micromotore
Diverse tipologie di Punte di Fresa

Ma quindi, lo smalto semipermanente rovina le unghie?

Come abbiamo visto l’applicazione dello smalto semipermanente coinvolge diverse fasi, quindi è necessario essere meticolosi e professionali in ognuna di queste.

In questo video troverai un tutorial per rivedere ogni passaggio dell’applicazione e rimozione dello smalto semipermanente.

La risposta complessivamente è NO, il semipermanente di per sé non danneggia le unghie, ma come tutti i trattamenti estetici è necessario avere delle accortezze, usare prodotti di qualità e affidarsi sempre a professionisti del settore.

La causa di eventuali danneggiamenti alle unghie spesso non è dovuta al prodotto ma proprio all’inesperienza di chi lo utilizza senza un’adeguata preparazione. Ti consigliamo quindi di rivolgerti sempre a un personale specializzato.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Digita il testo e premi il tasto invio per effettuare una ricerca